Regione Lombardia: bando "voltapagina"


fonte sito web Regione Lombardia | bando "voltapagina"

L’accesso ai contributi è rivolto a micro e piccole imprese, singole o aggregate, con almeno un punto vendita ubicato sul territorio lombardo, che svolgono attività di commercio al dettaglio di libri, giornali, riviste e periodici. L’agevolazione prevista consiste in un contributo a fondo perduto in regime “de minimis” fino ad un massimo del 70% della spesa complessiva ammissibile, nel limite di 10.000 euro per impresa.

Il valore minimo del progetto presentato deve essere pari a 2.000 euro. Sono ammessi al finanziamento una serie di interventi funzionali all’innovazione del punto vendita, come opere strutturali, acquisto di software e hardware, spese per interventi innovativi di efficientamento energetico, costi per la formazione degli imprenditori e del personale impegnato, acquisto di attrezzature funzionali a interventi di innovazione, organizzazione di eventi e progetti di attività di promozione on line e off line.

come aderire?

La richiesta di contributo deve essere sottoscritta, presentata e inviata on line esclusivamente dal soggetto richiedente il contributo ovvero dal Capofila per le aggregazioni e deve essere obbligatoriamente inviata mediante il servizio telematico SiAge Sistema Agevolazioni messo a disposizione da Regione Lombardia compilando l’apposito modulo dalle ore 12.00 dell’25 gennaio 2016 e fino alle ore 12.00 del 12 febbraio 2016.

A chi si rivolge

Punti vendita di stampa quotidiana e periodica e delle librerie.

Dotazione

1.000.000 di euro.

Attività finanziata

Contributo a fondo perduto fino al 70% della spesa complessiva ammissibile nel limite massimo di € 10.000,00 per impresa.

Spese ammissibili

A. Rifacimento delle vetrine, degli arredi e dei chioschi, sostituzione di pannelli, e altre opere inerenti la struttura del punto vendita, ivi inclusi arredi pertinenziali il punto vendita, volti a favorirne l’attrattività e lo stazionamento dei clienti (es. tavolini, panchine, postazioni con seduta per consultare testi), ivi incluse opere murarie, montaggio e trasporto;

B. Acquisto di software e hardware, ivi inclusi terminali e dotazioni informatiche per l’erogazione di servizi e informazioni utili a clienti o potenziali clienti, o volti al miglioramento e all’innovazione del servizio offerto nonché alla fidelizzazione della clientela (es. vetrine digitali, totem interattivi, touch screen, servizi tecnologici per il magazzino, soluzioni digitali per la fidelizzazione della clientela, adozione di sistemi di pagamento elettronico e di fatturazione elettronica);

C. Spese per interventi innovativi di efficientamento energetico (coibentazione, sostituzione di serramenti, climatizzazione e riscaldamento, mediante l’utilizzo di materiali, prodotti e tecnologie innovative), ivi incluse opere murarie;

D. Acquisizione di brevetti e diritti di licenza strumentali alla realizzazione del progetto e costi per il deposito di brevetti e la registrazione di marchi strettamente correlati ai risultati ottenuti nella realizzazione del progetto;

E. Attrezzature / strumentazione / macchinari / impianti correlati alle finalità di cui al progetto di intervento e funzionali a interventi di innovazione, ivi inclusi montaggio e trasporto;

F. Consulenze tecniche esterne specifiche e strategiche ai fini della progettazione e realizzazione dell’intervento e caratterizzate da un contenuto altamente specialistico, fino ad un massimo del 15% del valore complessivo delle spese ammissibili a contributo (es. supporto nella strutturazione di un’offerta commerciale online);

G. Organizzazione di eventi e attività di animazione locale (in percentuale non superiore al 20% del totale complessivo delle spese ammissibili a contributo);

H. Realizzazione di materiali da distribuire ai clienti, nonché utilizzo dei social media, per la promozione e la diffusione della conoscenza dell’offerta di servizi e prodotti innovativi realizzati grazie alle innovazioni introdotte con il progetto;

I. Costi per la formazione degli imprenditori, dei coadiutori e del personale impegnato nel progetto nella misura massima del 20% della somma delle voci di spesa ammissibili a contributo, su base complessiva.

Le spese correnti (F, G, H, I) possono essere riconosciute nel limite massimo complessivo del 30% del costo totale del progetto ammesso a contributo e dovranno derivare da atti giuridicamente vincolanti (contratti, lettere di in-carico) da cui risulti chiaramente l’oggetto della prestazione o fornitura, il suo importo, i termini di consegna e le modalità di pagamento. Solo nel caso di partenariati che hanno come capofila una singola impresa, per agevolarne la funzione, tra le spese ammissibili sarà riconosciuto un costo di gestione del progetto per assistenza tecnica pari al 3% del valore totale del progetto (che deve comunque rientrare nel limite del 30% di spese correnti).

Documenti da allegare

a) Accordo di partenariato di cui all’Allegato 1 del Bando sottoscritto digitalmente dal capofila (obbligatorio solo per le aggregazioni) contenente l’elenco di tutti i partner anche senza sottoscrizione autografa in questa prima trasmissione;

b) Scheda progetto di cui all’Allegato 2 del Bando sottoscritta digitalmente dal legale rappresentate dell’impresa beneficiaria ovvero dal capofila in caso di aggregazioni;

c) Dichiarazione de minimis dell’impresa proponente ovvero per le aggregazioni dichiarazione de minimis di ogni impresa beneficiaria di contributo appartenente al partenariato;

d) Modulo antiriciclaggio, di cui all’Allegato 4 del Bando, debitamente compilato in ogni sua parte, sottoscritto digitalmente da parte del legale rappresentante dell’impresa beneficiaria, comprensivo della copia dei documenti di identità in corso di validità e dei codici fiscali dei titolari effettivi oltre che del rappresentante legale dell’impresa; perle aggregazioni il modulo antiriciclaggio deve essere allegato per ogni impresa beneficiaria di contributo appartenente al partenariato sottoscritto digitalmente dal legale rappresentate;

e) Atto/atti di delega di cui all’Allegato 5 del Bando (solo se i firmatari dei documenti non coincidono con i legali rappresentanti dell’impresa) e documento d’identità, in corso di validità, del delegante/dei deleganti (da caricare a sistema come file unico).

Contatti

Per maggiori informazioni o chiarimenti scrivere alla casella di posta elettronica:

vincenzo_giovanditto@regione.lombardia.it

Per assistenza tecnica all’utilizzo del servizio on line per la compilazione della domanda sulla piattaforma SiAge Sistema Agevolazioni, scrivere a:

siage@regione.lombardia.it

o contattare il numero verde 800.131.151 attivo dal lunedì al sabato escluso festivi dalle ore 8:00 alle ore 20:00. L'assistenza tecnica è disponibile dal lunedì al venerdì escluso festivi dalle ore 8:30 alle ore 17:00.


1 visualizzazione
  • White Facebook Icon
  • White Twitter Icon
  • White YouTube Icon

E

A

SSOCIAZIONE

F

ILIERA

DITORIALE

uale futuro

enza un progetto?

S

Q

©2020 | A.F.E. | Associazione Filiera Editoriale