• White Facebook Icon
  • White Twitter Icon
  • White YouTube Icon

E

A

SSOCIAZIONE

F

ILIERA

DITORIALE

uale futuro

enza un progetto?

S

Q

©2020 | A.F.E. | Associazione Filiera Editoriale

P.E.V.I. Protocollo Emergenza Virus Italia

In merito all'evoluzione della Pandemia la criticità ed il sostegno ai pazienti domiciliati sarà fondamentale per salvare vite e garantire stabilità Nazionale ed il mantenimento dei servizi essenziali delle filiere. 

  

Livelli

Il monitoraggio delle emergenze sanitarie è gestito dall'Istituto Superiore di Sanità, per braccio dell'epicentro a cui viene affidata la prevenzione e la gestione del Sistema di Sorveglianza Nazionale e di monitorare la situazione in Italia in merito all'emergenza Covid-19.

Sul modello di Protezione Civile, troviamo i seguenti livelli di intervento:

  • livello 0  - MONITORAGGIO

  • livello 1 - SORVEGLIANZA

  • livello 2 - INTERVENTO

  • livello 3 - EMERGENZA

  

attivazione 

il Cittadino aderisce mediante la compitazione di un modulo di registrazione  sorveglianza cittadino attivo dal quale può essere raccolta subito la richiesta di intervento, o chiamando un numero di centralino dedicato.

La registrazione assegna in base ai dati, la competenza di HUB, 118 e centri medici locali. Gli operatori abilitati, accedono al pannello del protocollo dove prendono in carico le rispettive sorveglianze, gli interventi e le azioni di richieste MEDICO e SERVIZI

  

pannello di controllo 

Gli HUB, i centri 118 accedono mediante operatori visualizzando le rispettive sorveglianze. Il monitoraggio può essere eseguito telefonicamente o sempre mediante modulo di invio al sistema. I parametri di sorveglianza vanno stabiliti da criteri specifici su indicazioni del Comitato Medico e Scientifico, al fine di analizzare dati congrui e conformi alle elaborazioni delle informazioni raccolte. 

  

PEVI_2.jpg

monitoraggio HUB e aree

La sorveglianza consente di coordinare le richieste mediche e di servizi. Fondamentale acquisire i parametri vitali, le sintomatologie, gli effetti e relazioni di queste ultime nell'individuazione di anomalie sui casi di pazienti asintomatici in aree in cui si rilevano casi positivi, o sintomatici.

La correlazione dei dati consentirebbe di intervenire sui soggetti anomali ed approfondire eventuali analisi mediche per la autoimmunizzazione al virus o sottoporre l'area a tamponi di massa preventivi o di monitoraggio di eventuali focolai.